dalParlamento

Ecco l’Antimafia di Pd e Pdl

dalParlamento

”Ecco l’antimafia di Pd e Pdl. Per combattere la piaga del crimine organizzato in Italia cosa fanno i partiti della maggioranza che sostiene il governo Letta? Litigano per la poltrona. I rappresentanti di Pd e Pdl, infatti, esclusa la sola Laura Garavini, non si sono neanche presentati alla prima convocazione della Commissione antimafia, facendo venir meno il numero legale: cio’ denota la loro grande considerazione e il loro impegno nella lotta alle mafie. Se hanno qualche dubbio convergano sui candidati del Movimento 5 Stelle: Luigi Gaetti alla Presidenza della Commissione e Fabiana Dadone come segretaria”. E’ quanto si legge in una nota dei gruppi parlamentari di Camera e Senato.

facebooktwitter
CS-DUva

D’Uva (M5S): “Presentata interrogazione sul depuratore di Lipari”

CS-DUva

Il gruppo parlamentare MoVimento 5 Stelle ha presentato alla Camera dei Deputati, in data 8 agosto 2013, un‚Äôinterrogazione a risposta scritta, a prima firma D‚ÄôUva, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, riguardante il depuratore in progetto in una zona turistica dell‚Äô isola di Lipari.

‚ÄúL’atto formale dell’interrogazione parlamentare si √® reso necessario – dichiara D‚ÄôUva – in quanto risulta inaccettabile che opere di una tale rilevanza vengano portate avanti sistematicamente ignorando la voce dei cittadini che da anni si battono per avere chiarezza e trasparenza e che puntualmente vengono ignorate dalle istituzioni.‚Äù

Nel testo si chiede al Governo se intenda provvedere alla cessazione del regime di emergenza, ¬†prorogata dal decreto n. 1 del 2013 e, nel minor tempo possibile, a ripristinare il regime ordinario delle attivit√† attraverso la rimozione dell’attuale stato di commissariamento con il contestuale riaffidamento alla Regione Siciliana delle normali competenze e prerogative.

Il MoVimento 5 Stelle chiede inoltre se il Ministero dell‚ÄôAmbiente intenda proseguire con il finanziamento di un’opera che sembra presentare caratteri di limitata trasparenza dal punto di vista del quadro economico per la sua costruzione e se lo stesso intenda adoperarsi affinch√© venga fermata la costruzione di un’opera che rappresenta un evidente pericolo per il settore primario e turistico dell’isola di Lipari, dal momento che la localit√† di Canneto, oltre a essere localit√† soggetta a numerose coltivazioni e allevamenti, rappresenta per il comune il pi√π importante centro balneare dell’isola, il quale verrebbe irrimediabilmente compromesso dalla costruzione di vasche per liquami e acque stagnanti.

Il testo completo dell’interrogazione √® consultabile all‚Äôindirizzo:

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=5941&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+SCRITTA%27+%7C+%27CAMERA%27

facebooktwitter
CS-DUva

ISTRUZIONE, M5S CAMERA: PDL PER INSEGNAMENTO E USO LIS

CS-DUva

Il 2 agosto scorso è stata depositata alla Camera la proposta di legge del MoVimento 5 Stelle, a prima firma Francesco D’Uva, inerente il “Riconoscimento della lingua dei segni italiana e disposizioni concernenti il suo insegnamento e l’impiego di essa nelle scuole, nelle università e presso le pubbliche amministrazioni”

‚ÄúCon questa proposta di legge si vuole far rispettare pienamente l‚ÄôArticolo 3 della Costituzione – afferma D‚ÄôUva -, garantendo anche ai non udenti la piena partecipazione alla vita sociale del Paese. Questa una proposta di legge consta di 4 articoli e si pone come obiettivo quello di migliorare le pdl gi√† presentate da altri schieramenti politici a inizio Legislatura. In particolare si prevede l‚Äôuso della LIS nelle pubbliche amministrazioni, nelle scuole e nelle universit√† e affronta il tema dell’insegnamento, della diffusione e della promozione della LIS, assicurando al contempo libert√† di scelta circa gli strumenti e le forme di comunicazione da usare.

Gli attivisti del MoVimento 5 Stelle di Messina sono sempre stati molto sensibili verso questo tema – ricorda D’Uva – . Non va dimenticato, infatti, che il primo comizio di Beppe Grillo con interprete LIS √® avvenuto proprio a Messina, dopo la traversata dello Stretto. L‚Äôidea di quel giorno piacque molto e venne usata poi in tutti i comizi successivi e anche per lo Tsunami Tour‚Äù.

facebooktwitter
Deputati

Il MoVimento 5 Stelle Messina chiede “Responsabilit√†”. Comunicato Stampa sull’inchiesta dei Corsi di Formazione

Il MoVimento 5 Stelle di Messina apprende che, grazie ad un‚Äôoperazione di polizia investigativa congiunta tra Guardia di Finanza e Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica che ne ha diretto le indagini, oggi mercoled√¨ 17 luglio √® stata smantellata quella che in un primo momento doveva costituire un‚Äôorganizzazione senza fini di lucro per l‚Äôerogazione di corsi formativi, ma che, secondo gli inquirenti, ad oggi risulterebbe piuttosto un‚Äôorganizzazione finalizzata a delinquere. (altro…)

facebooktwitter
comunicato stampa

‚ÄúStop alla discarica di S. Agata di Militello‚Äù Interpellanza del Movimento 5 Stelle all’Ars

BannerCS

 

L’atto parlamentare mira a capire se il governo intende revocare l’autorizzazione all’impianto e a sospenderne in via
precauzionale la realizzazione.

Revoca delle autorizzazioni rilasciate e sospensione in via precauzionale dell’esecuzione dell’impianto. Il
Movimento¬† stelle all’Ars¬† scende in campo contro la discarica in costruzione in contrada Rocca Carbone,
nel comune di Sant’Agata di Militello. E lo fa con un’interpellanza presentata all’Ars, indirizzata al presidente
della Regione e all’assessore all’Ambiente per sapere ‚Äúse¬† non ritengano¬† opportuno intervenire per adottare
i provvedimenti necessari per l’annullamento del decreto emesso dall’Assessorato Territorio e Ambiente
in data 20/7/2010‚Äù e ‚Äúse non intendano, previa verifica dell’opportunit√† di realizzazione del progetto e della
regolarit√† dell’iter burocratico-autorizzativo, sospenderne in via precauzionale l’esecuzione‚Äù.
Contro la discarica era stato presentato pure un ricorso da un gruppo di cittadini all’ex presidente della
Regione Lombardo per bloccare il procedimento di autorizzazione.
Nel ricorso venivano elencate tutte potenziali pericolosit√†¬† dell’impianto, sottolineando soprattutto il rischio
di eventuali frane,¬† oltre ad evidenziare che l’area prescelta per realizzarlo √® ubicata in un luogo posto sotto
vincolo paesaggistico, idrogeologico e sismico, vicinissimo alla Serra del re Monte Soro, definita come sito
di interesse comunitario, e classificato dal PAI come sito a pericolosità elevata in merito alla possibilità di
fenomeni di esondazione.

“Che nessuno parli di “tragedia inaspettata” Рaffermano i deputati del Movimento 5 Stelle  Рquando poi queste dissennate decisioni porteranno ai drammi che troppe volte abbiamo già vissuto in passato, frutto non di fenomeni naturali incontrollabili, ma di una totale mancanza di rispetto nei confronti del territorio che dovremmo, invece, tutelare e mettere in sicurezza”.

“Il governo Crocetta – proseguono i deputati Рcontinua a perpetrare le politiche adottate dai precedenti
governi. L’iter autorizzativo di tale discarica √® privo di qualsiasi forma di buon senso. Prevedere una
discarica nei pressi di un impluvio quale il “Torrente Inganno” è un atto criminale proprio perché si è a
conoscenza della pericolosità di tali luoghi. Anziché implementare la raccolta differenziata, attivare e
focalizzare tutte le forze per ridurre, riusare e riciclare i materiali post consumo, si continuano a prevedere
discariche che altro non fanno che impoverire le famiglie e arricchire le ecomafie, e porre i presupposti
per devastazioni ambientali. Evidentemente, quanto sbandierato in campagna elettorale è da considerarsi
unicamente propaganda”.

facebooktwitter